wrapper

Notizie

Giovedì, 20 Novembre 2014 19:27

Associazione Professionale

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

L'Associazione Professionale Italiana Amministratori d'Immobili nasce, come si può evincere dalla denominazione, come aggregazione di professionisti operanti nella gestione degli immobili.

Il Decreto Legge 145, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 21.02.2014, ora convertito nella Legge 9/2014, prevede all'art. 1 comma 9 lettera "a" prevede quanto segue:
<<con Regolamento del Ministro della giustizia, emanato ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, sono determinati i requisiti necessari per esercitare l'attivita' di formazione degli amministratori di condominio nonche' i criteri, i contenuti e le modalita' di svolgimento dei corsi della formazione iniziale e periodica prevista dall'articolo 71-bis, primo comma, lettera g), delle disposizioni per l'attuazione del Codice civile, per come modificato dalla legge 11 dicembre 2012, n. 220;>>

Inoltre, nonostante non sia stato possibile istituire un albo, la professione è regolamentata (Legge del 14 gennaio 2013, n.4  pubblicata in G.U. n.22 il 26-1-2013).

Un'associazione professionale è una organizzazione di professionisti e non una semplice associazione di persone legate tra loro dal perseguimento di uno scopo comune.

L'APIAI quindi si differenzia da altre associazioni poiché è una organizzazione di professionisti che operano nell'ambito dell'amministrazione dei condomini.

In tal senso alla nostra organizzazione possono associarsi colleghi che sono già iscritti ad altre associazioni di amministratori di condominio, purché compiano il percorso formativo previsto e rispettino sia lo Statuto sia i principi deontologici dell'APIAI.

Sebbene la differenza possa essere percepita come minimale è tuttavia sostanziale.

Infatti essere un professionista iscritto all'APIAI significa:

1. aver seguito un percorso formativo certificato;

2. essere in possesso di precisi requisiti soggettivi;

3. sottoporsi agli esami di aggiornamento professionale;

4. garantire all'utenza finale (condòmini e condomìni) un alto livello professionale;

L'APIAI non cerca soci e quote associative, ma professionisti o aspiranti tali che da una parte possano rispondere professionalmente alle esigenze dell'utenza finale e dall'altra contribuire all'accrescimento della professione e della sua onorabilità (al pari di ogni altra regolamentata con o senza albi professionali).

Chi gestisce immobili può comprendere quanto complesso è l'esercizio della professione che, prima della promulgazione della Legge 220/12 e della Legge 9/2014, poteva essere esercitata da chiunque.

Certamente la figura dell'amministratore è stata danneggiata per decenni a causa di un vuoto legislativo.

Solo da febbraio 2014, con la Legge 9/2014, è possibile sperare nel cambiamento.

La nostra organizzazione inoltre prevede la rigida applicazione di sanzioni disciplinari a carico dei soci, di qualsiasi ordine, che contravvengono ai principi deontologici e alle norme contenute nello Statuto.

Siamo certi infatti che il cambiamento, circa la percezione della professione di amministratore di condominio, possa avvenire solo se le associazioni e le organizzazioni che riuniscono i professionisti o soci sono in grado di far rispettare le norme statutarie e disciplinari.

Ciò, certamente, a tutela dell'utenza finale.

Essere quindi un iscritto all'APIAI significa non solo seguire un percorso formativo costante ma essere certificato da una organizzazione che, al fine di tutelare la figura professionale e l'utenza finale, applica rigidamente il protocollo disciplinare.

Come accennato poco sopra: l'APIAI non cerca soci e facili quote d'iscrizione, la nostra organizzazione cerca professionisti o aspiranti tali.

Pertanto se condividi quanto espresso in questo articolo puoi inoltrare la tua domanda di candidatura per iscriverti alla nostra organizzazione sia se già eserciti la professione sia se vuoi qualificarti come amministratore professionista.

Il Consiglio Direttivo

 

 

 

 

 

 

 

Letto 2073700 volte Ultima modifica il Mercoledì, 26 Novembre 2014 12:54
Altro in questa categoria: « Caratteristiche attestati APIAI